Presunzione di colpa esclusiva del conducente del veicolo tamponante

 

Circolazione stradale – Tamponamento – Accertamento responsabilità civile – Presunzione di colpa esclusiva del conducente del veicolo tamponante – Ipotesi di esclusione – Ostacolo imprevedibile e anomalo alla circolazione – Onere probatorio a carico del tamponante.
In caso di tamponamento di un veicolo che costituisca un ostacolo imprevedibile ed anomalo rispetto al normale andamento della circolazione stradale non si applica la presunzione “de facto” di mancato rispetto della distanza di sicurezza posta dall’articolo 149, comma 1, cod. strada , né la presunzione di pari responsabilità ex articolo 2054, comma 2, c.c. , gravando sul conducente del veicolo tamponante l’onere di provare tale anomalia.
• Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 24 settembre 2015 n. 18884

Circolazione stradale – Tamponamento – Presunzione di colpa esclusiva del conducente del veicolo tamponante – Ostacolo fisso ed imprevedibile rispetto al normale andamento della circolazione stradale – Inapplicabilità della presunzione di mancato rispetto della distanza di sicurezza.
In caso di tamponamento di un veicolo che, per una situazione anomala ed avulsa dalle esigenze del traffico, costituisca un ostacolo fisso ed imprevedibile rispetto al normale andamento della circolazione stradale è inapplicabile la presunzione “de facto” di mancato rispetto della distanza di sicurezza posta dall’articolo 149 cod. strada .
• Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 27 agosto 2015 n. 17206

Circolazione stradale – Incidente – Tamponamento a catena – Responsabilità – Accertamento – Presunzione iuris tantum di colpa in eguale misura di entrambi i conducenti di ciascuna coppia di veicoli.
In tema di circolazione stradale, nell’ipotesi di tamponamento a catena tra veicoli in movimento trova applicazione l’articolo 2054, comma 2, del cod. civ. , con conseguente presunzione iuris tantum di colpa in eguale misura di entrambi i conducenti di ciascuna coppia di veicoli (tamponante e tamponato), fondata sull’inosservanza della distanza di sicurezza rispetto al veicolo antistante, qualora non sia fornita la prova liberatoria di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno. Nel caso, invece, di scontri successivi fra veicoli facenti parte di una colonna in sosta, unico responsabile degli effetti delle collisioni è il conducente che le abbia determinate, tamponando da tergo l’ultimo dei veicoli della colonna stessa.
• Corte di Cassazione, sezione III, Sentenza 27 aprile 2015 n. 8487

Circolazione stradale – Incidente – Tamponamento – Presunzione di cui all’articolo 2054 cod. civ., comma 2 – Esclusione – Presunzione di colpa esclusiva del conducente del veicolo tamponante – Sussistenza – Onere a carico del tamponante della prova liberatoria.
Per il disposto dell’articolo 149, comma 1, del d.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 , il conducente di un veicolo deve essere in grado di garantire in ogni caso l’arresto tempestivo del mezzo, evitando collisioni con il veicolo che precede, per cui l’avvenuto tamponamento pone a carico del conducente medesimo una presunzione “de facto” di inosservanza della distanza di sicurezza. Ne consegue che, esclusa l’applicabilità della presunzione di pari colpa di cui all’articolo 2054, comma 2, cod. civ. , egli resta gravato dall’onere di dare la prova liberatoria, dimostrando che il mancato tempestivo arresto dell’automezzo e la conseguente collisione sono stati determinati da cause in tutto o in parte a lui non imputabili.
• Corte di Cassazione, sezione III, sentenza 18 marzo 2014 n. 6193″

 http://www.quotidianodiritto.ilsole24ore.com/art/civile/2015-12-17/presunzione-colpa-esclusiva-conducente-veicolo-tamponante-132544.php?uuid=ACPDNPvB

No Comments Yet.

Leave a reply